Cresca l´attesa per la 44° BOclassic

Cresce l’attesa per la 44esima edizione della BOclassic in programma come da tradizione lunedi 31 dicembre per le vie del centro storico di Bolzano.

Una edizione di svolta che segna il primo step verso un nuovo certificato di qualità a livello mondiale: “Abbiamo deciso di chiedere la IAAF Label, massima certificazione mondiale della nostra federazione internazionale per le corse su strada” cosi ha spiegato in conferenza stampa questa mattina il presidente del Comitato Organizzatore Gerhard Warasin. “Abbiamo deciso di fare questo passo dopo i grandi successi internazionali degli ultimi anni e questa edizione sarà quella dove appariranno alcune modifiche organizzative atte a rispettare gli elevati standard internazionali.”

Una giornata di sport dove tutti potranno correre sul leggendario percorso della BOclassic: dai master di tutto il Norditalia nella affollatissima come sempre gara “Ladurner” alle giovani speranze del mezzofondo regionale agli handbike e infine a tutti nella gara non competitiva di apertura.

Come sempre sensazionale l’aperitivo di gare che gli amici bolzanini hanno allestito per SanSilvestro poco prima del piatto principale la BOclassic Elite. Anche quest’anno in diretta RAI, sullo storico circuito cittadino, si sfideranno alcuni tra i migliori mezzofondisti mondiali.


Il campione del mondo dei 5000 m il grande favorito

L´etiope Muktar Edris tenta un prestigioso poker e si presenta al via da campione uscente con la promessa di vendere cara la pelle. Il principale avversario per il campione del mondo sui 5000 m sarà il connazionale Tamirat Tola già vincitore nel 2015 e medaglia d’argento alla maratona mondiale nel 2017 a Londra. Personale di 2h04 in maratona, vuole ripartire da Bolzano per rilanciarsi a livello internazionale.

I colori azzurri saranno difesi dal trentino Yemanebehran Crippa che, dopo la spettacolare competizione dello scorso anno, vuole provare a cogliere il podio assoluto. Autore di una estate pazza in pista dove ha colto una splendida medaglia di bronzo sui 10000 m e un quarto posto sui 5000 m, il portacolori delle Fiamme Oro se la dovrà vedere contro gli altri due medagliati azzurri di Berlino: Yohannes Chiappinelli, bronzo sulle siepi e Yassine Rachik bronzo di maratona.

Gli outsiders di lusso saranno il kiwi Zane Robertson, già terzo alla BOclassic e al rientro da un lungo infortunio, lo specialista delle siepi Jairus Birech e i forti crossisti britannici Ben Connor e Ross Millington.
14 saranno le nazioni rappresentate alla BOclassic con atleti da quattro continenti per una competizione veramente mondiale. Da notare la grande affluenza degli atleti di vertice alla prova elite, un segno di come il lavoro degli organizzatori negli anni venga finalmente premiato dal movimento running.


Battocletti e Dossena sfidano Gudeta

Definire superlativa la gara femminile è riduttivo e Gerhard Warasin non lesina i complimenti all’elite manager Gianni DeMadonna. “Gianni ha fatto un lavoro incredibile anche quest’anno, abbiamo una prova donne con le migliori azzurre del momento che si scontreranno contro atlete straniere incredibilmente forti.”

Dopo il trionfo del 2015 torna alla BOclassic l´etiope Netsanet Gudeta, allora sconosciuta al palcoscenico internazionale e reduce da un 2018 splendido dove si è laureata campionessa mondiale di mezzamaratona a Valencia in 1h06.11, diventando anche la primatista mondiale sulla distanza in prova di solo donne. Contro di lei sarà al via la campionessa europea di maratona Volha Mazuronak (BLR) e la keniana Janet Kisa già vincitrice nel 2014 in Piazza Walther.

Dopo il trionfo a Tillburg nei campionati europei Under 20 di corsa campestre, l’azzurra Nadia Battocletti torna a gareggiare proprio alla BOclassic per una sfida emozionante contro l’azzurra di maratona Sara Dossena, sesta ai campionati europei di Berlino in maratona in 2h27. Con loro al via anche Margherita Magnani più volte campionessa italiana di mezzofondo e tante volte azzurra.

Per l’ennesimo anno quindi la BOclassic si conferma leader delle corse di San Silvestro internazionali. Lo Spettacolo sarà sicuramente garantito e le emozioni non mancheranno di certo. Le migliaia di appassionati e turisti in centro il 31 Dicembre potranno godersi un evento unico già dalle 13.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate